Giacca trekking-Pantaloni trekking-Zaino da montagna-Sci-alpinismo-Hiking-Snowboard-Shell-Hard-shell-Arrampicata-sportiva-Scarpette-da-arrimpicata-Scarpe-da-montagna-Trekking-Lana-Baselayer-Piumino-Vendita-abbigliamento-attrezzatura-per-la-montagna

Spedizioni DHL e GLS

Assistenza +39 347 300 7723

Reso garantito

Aprile 22, 2022

Cos’è la sostenibilità per noi di Jump Valley?

Cos’è la sostenibilità?
Un fatto?
Un concetto?
Un pensiero filosofico?

Possiamo dire molto della sostenibilità e del vasto mondo che c’è dietro di essa ma di sicuro dobbiamo associarla ad un importante aggettivo: relativo.

Perché la sostenibilità è relativa, non assoluta. È relativa rispetto ai nostri ritmi, alle nostre conoscenze, alla geografia in cui siamo immersi, alle possibilità economiche e si potrebbe continuare per un bel po’.

Proprio per questo in Jump Valley ci troviamo a domandarci ogni giorno cosa possiamo fare per essere sostenibili in relazione a tutte le sfumature del nostro lavoro.
Le spedizioni, ad esempio, come possiamo renderle il più possibile a basso impatto ambientale?
Possiamo scegliere delle scatole prodotte con materiale già riciclato?
L’inchiostro che viene utilizzato è biodegradabile?
Come possiamo far scendere al minimo i resi dei nostri clienti?
Quanti alberi dobbiamo piantare per sopperire la nostra impronta carbonica?

Da questo punto noi vogliamo partire. Dai nostri clienti. Da te.
Vogliamo ascoltarti ed esserti vicino nella scelta di un capo di abbigliamento, di un accessorio e di un prodotto così da soddisfare il più possibile le tue aspettative e diminuire il rischio di reso.

Abbiamo selezionato con quanta più accuratezza possibile i brand con cui collaborare e sappiamo che questi si stanno impegnando per trasformarsi in aziende Carbon free emission. Net zero è il goal che ormai tutti devono perseguire.
Nel cercare di raggiungere dei grandi obiettivi, soprattutto quando si deve scegliere fra il continuare o meno con la produzione di alcuni materiali, oppure sul dove acquistare energia per la propria produzione, le aziende con cui collaboriamo -e di conseguenza noi- devono scegliere le migliori opzioni nel breve periodo per avere un successo assicurato nel lungo.
Di nuovo, bisogna investire nel presente per poter raccogliere qualcosa nel futuro.

Ed ecco che di nuovo si presenta la nostra cara sostenibilità che ancor più di prima deve essere declinata in maniera relativa. Per avere un prodotto 100% sostenibile (sotto-tutti-i-punti-di-vista) fra 10 o 15 anni c’è bisogno di fare i giusti investimenti e sostituire pezzi di produzione di mese in mese, di anno in anno.
Vi chiediamo di fare due cose ora: la prima è avere fiducia nel futuro e la seconda immaginarvelo, questo mondo del domani, dove colossi come Nike o H&M possano trasformare la loro produzione connotandone un profilo green nella sua totalità.
Crediamo che una transizione sia possibile, sia fattibile, sia scalabile.
Sappiamo anche che il tempo a nostra disposizione è poco, che la terra è in piena sofferenza e il ritardo accumulato è molto ma possiamo ancora farcela. Siamo sulla cresta fra possibile e rovina, la scelta del sentiero da intraprendere è quotidiana e nostra.
Tua.

Possono i colossi rivedere le loro produzioni? Si ma dovranno rinunciare a qualcosa.
Nel breve periodo? No però oggi è il momento giusto per iniziare.
Lo faranno? Beh devono perché la coscienza collettiva glielo sta imponendo.
Noi glielo stiamo chiedendo con le nostre azioni giornaliere. Scegliendo brand più trasparenti e sostenibili.

È come chiedere ad una grande nazione di decarbonizzare e farlo in meno di 5 anni. Impossibile.
Con il giusto piano, la giusta visione del futuro e leader retti si potrà raggiungere l’obiettivo in 10 o 15 o 20 anni. Bisogna solo progettare e credere, avere fiducia.

Torniamo ora con i piedi per terra, all’oggi, al 2022.

Molte aziende hanno già fatto passi da giganti nel rielaborare le loro produzioni ed è a queste che ci stiamo affidando per vestirti, aiutarti nelle tue imprese in natura e costruire un futuro migliore. Non per noi o per te ma per tutte quelle generazioni che con conosceremo mai.

Per questo ti chiediamo di impegnarti nella selezione di ciò di cui hai bisogno fra i nostri prodotti, di scriverci se hai dei dubbi, di non comprare se nel tuo armadio hai già molte cose simili al tuo futuro acquisto.

Lo sappiamo, non è semplice e sembrerebbe andare contro di noi ma l’obiettivo è molto più grande.
Per questo insistiamo su l’unica parola possibile oggi: futuro.

Ricorda:
Oggi puoi fare del bene al domani.
Oggi scegli ciò in cui credere nei prossimi anni.
Oggi decidi se quell’abito che hai nel carrello potrà, o meno, avere un impatto positivo sul pianeta.

L’usato è il nuovo del domani!

“a settant’anni, ad esempio, pianterai degli ulivi
non perché restino ai tuoi figli
ma perché non crederai alla morte
pur temendola,
e la vita peserà di più sulla bilancia.”

Hikmet Nazim

Condividi l'articolo!

Iscriviti alla newsletter

Amiamo condividere con te la nostra passione.

Iscrizione avvennuta con successo! Ora condivideremo la nostra passione con te
C'è un errrore!

Altri post che potrebbero interessarti

Cos’è la sostenibilità?
Un fatto?
Un concetto?
Un pensiero filosofico?

Possiamo dire molto della sostenibilità e del vasto mondo che c’è dietro di essa ma di sicuro dobbiamo associarla ad un importante aggettivo: relativo.

Perché la sostenibilità è relativa, non assoluta. È relativa rispetto ai nostri ritmi, alle nostre conoscenze, alla geografia in cui siamo immersi, alle possibilità economiche e si potrebbe continuare per un bel po’.

Proprio per questo in Jump Valley ci troviamo a domandarci ogni giorno cosa possiamo fare per essere sostenibili in relazione a tutte le sfumature del nostro lavoro.
Le spedizioni, ad esempio, come possiamo renderle il più possibile a basso impatto ambientale?
Possiamo scegliere delle scatole prodotte con materiale già riciclato?
L’inchiostro che viene utilizzato è biodegradabile?
Come possiamo far scendere al minimo i resi dei nostri clienti?
Quanti alberi dobbiamo piantare per sopperire la nostra impronta carbonica?

Da questo punto noi vogliamo partire. Dai nostri clienti. Da te.
Vogliamo ascoltarti ed esserti vicino nella scelta di un capo di abbigliamento, di un accessorio e di un prodotto così da soddisfare il più possibile le tue aspettative e diminuire il rischio di reso.

Abbiamo selezionato con quanta più accuratezza possibile i brand con cui collaborare e sappiamo che questi si stanno impegnando per trasformarsi in aziende Carbon free emission. Net zero è il goal che ormai tutti devono perseguire.
Nel cercare di raggiungere dei grandi obiettivi, soprattutto quando si deve scegliere fra il continuare o meno con la produzione di alcuni materiali, oppure sul dove acquistare energia per la propria produzione, le aziende con cui collaboriamo -e di conseguenza noi- devono scegliere le migliori opzioni nel breve periodo per avere un successo assicurato nel lungo.
Di nuovo, bisogna investire nel presente per poter raccogliere qualcosa nel futuro.

Ed ecco che di nuovo si presenta la nostra cara sostenibilità che ancor più di prima deve essere declinata in maniera relativa. Per avere un prodotto 100% sostenibile (sotto-tutti-i-punti-di-vista) fra 10 o 15 anni c’è bisogno di fare i giusti investimenti e sostituire pezzi di produzione di mese in mese, di anno in anno.
Vi chiediamo di fare due cose ora: la prima è avere fiducia nel futuro e la seconda immaginarvelo, questo mondo del domani, dove colossi come Nike o H&M possano trasformare la loro produzione connotandone un profilo green nella sua totalità.
Crediamo che una transizione sia possibile, sia fattibile, sia scalabile.
Sappiamo anche che il tempo a nostra disposizione è poco, che la terra è in piena sofferenza e il ritardo accumulato è molto ma possiamo ancora farcela. Siamo sulla cresta fra possibile e rovina, la scelta del sentiero da intraprendere è quotidiana e nostra.
Tua.

Possono i colossi rivedere le loro produzioni? Si ma dovranno rinunciare a qualcosa.
Nel breve periodo? No però oggi è il momento giusto per iniziare.
Lo faranno? Beh devono perché la coscienza collettiva glielo sta imponendo.
Noi glielo stiamo chiedendo con le nostre azioni giornaliere. Scegliendo brand più trasparenti e sostenibili.

È come chiedere ad una grande nazione di decarbonizzare e farlo in meno di 5 anni. Impossibile.
Con il giusto piano, la giusta visione del futuro e leader retti si potrà raggiungere l’obiettivo in 10 o 15 o 20 anni. Bisogna solo progettare e credere, avere fiducia.

Torniamo ora con i piedi per terra, all’oggi, al 2022.

Molte aziende hanno già fatto passi da giganti nel rielaborare le loro produzioni ed è a queste che ci stiamo affidando per vestirti, aiutarti nelle tue imprese in natura e costruire un futuro migliore. Non per noi o per te ma per tutte quelle generazioni che con conosceremo mai.

Per questo ti chiediamo di impegnarti nella selezione di ciò di cui hai bisogno fra i nostri prodotti, di scriverci se hai dei dubbi, di non comprare se nel tuo armadio hai già molte cose simili al tuo futuro acquisto.

Lo sappiamo, non è semplice e sembrerebbe andare contro di noi ma l’obiettivo è molto più grande.
Per questo insistiamo su l’unica parola possibile oggi: futuro.

Ricorda:
Oggi puoi fare del bene al domani.
Oggi scegli ciò in cui credere nei prossimi anni.
Oggi decidi se quell’abito che hai nel carrello potrà, o meno, avere un impatto positivo sul pianeta.

L’usato è il nuovo del domani!

“a settant’anni, ad esempio, pianterai degli ulivi
non perché restino ai tuoi figli
ma perché non crederai alla morte
pur temendola,
e la vita peserà di più sulla bilancia.”

Hikmet Nazim

Condividi l'articolo!

Altri post che potrebbero interessarti

Iscriviti alla newsletter

Amiamo condividere con te la nostra passione.

Iscrizione avvennuta con successo! Ora condivideremo la nostra passione con te
C'è un errrore!

Titolo

COLLABORIAMO CON:

           
Scopri il sito
Torna in cima